Quando il miglior amico dell'uomo diventa... il peggior nemico

Un caldo sabato di giugno ed ecco che squilla il telefono: codice rosso, un bimbo aggredito da un cane! Il target è a poche centinaia di metri, il tempo di mettere in moto l'ambulanza e siamo sul posto. La scena che si presenta è di quelle che non si dimenticano, il piccolo avvolto in un accappatoio, grida, pianto e disperazione sono ciò che ci circonda mentre iniziamo a prenderci cura del bambino nell'attesa dell'automedica che, precedentemente allertata, ci sta raggiungendo. Passano i minuti, interminabili in quei frangenti in attesa di rinforzi, mentre cerchi di prenderti cura anche dei familiari con parole di conforto, fin quando una sirena riesce a spezzare l'angosciosa attesa: ecco il medico e l'infermiere! Un'occhiata alle ferite riportate, un breve colloquio con i genitori e decidiamo di partire. I circa quaranta chilometri di strada che ci separano dall'ospedale sembrano non passare più tra chi non ci vede e non ci sente arrivare alle proprie spalle. Giunti al PS ringrazio tutte le divinità per aver fatto si che, lungo il tragitto, tutto sia filato liscio, ora i medici sapranno come prendersi cura al meglio. La strada del rientro è una sorta di debriefing, proviamo a ricostruire la scena che ci è stata raccontata, ma ancora non ci è chiara la reazione del cane che si è sempre preso cura del suo piccolo padrone. Rientrato tra le mie quattro mura non posso fare a meno che rivivere ogni istante, il cervello elabora informazioni, cerco su internet notizie in merito all'aggressività dei cani nei confronti di bambini, ma niente lascia intravedere come a distanza di più di due anni dalla nascita del piccolo quello che era, da circa due lustri, il padrone del territorio si possa essere trasformato in belva feroce, fin quando una fioca lampadina si accende nella mia materia grigia, il piccolo da pochi giorni ha un fratello. Vuoi vedere che la gelosia non manifestata prima d'ora si è scatenata proprio questo maledetto sabato sera?

© 2014 CIA Cervelli in Azione | Web Design Bruno Migliaretti