Il salvataggio di Davide

Un giorno di febbraio, in pieno inverno, con le onde del mare molto molto alte che infrangevano gli scogli adiacenti al porto, una barca a vela mise la prua verso l'imboccatura del porto per tentare di entrare. Delle due persone a bordo una cadde a mare: tutti i tentativi per recuperarlo con le motovedette e il gommone della capitaneria di porto (da noi avvisati) sono risultati inutili per la forza del mare. Dalla spiaggia adiacente seguivamo il naufrago in acqua mentre allertavamo il 118 che ci ha mandato subito l'elicottero....dopo tante fatiche stremato Davide si avvicina alla riva: due volontari rischiano la vita buttandosi a mare per raggiungerlo. Portato all'interno della nostra sede l'abbiamo riscaldato a lungo per non andare in ipotermia. All'arrivo dell'elicottero i medici si sono complimentati per come l'avevamo trattato per ridurre i rischi di morte...il naufrago viene portato nel vicino ospedale per i controlli del caso e verso le 22,00 ci chiamano per andare a prenderlo....Davide è vivo grazie prima a lui stesso e poi grazie al nostro intervento per salvarlo. Era presente la locale capitaneria di porto.Abbiamo la sede operativa all'interno dell'area portuale..negli anni diversi sono stati i nostri interventi..!

 

© 2014 CIA Cervelli in Azione | Web Design Bruno Migliaretti